Skip to main content

Area riservata

Italia-Cina, convegno sui problemi della ceramica

Favorire la ricerca bilaterale nel settore dei materiali ceramici: è questo l'obiettivo di un forum Italia-Cina che si svolgerà a Shanghai dal 21 al 23 novembre prossimo e che coinvolge lo Shanghai ceramics institute e l'ambasciata italiana a Pechino. "Italia e Cina - sottolineano fonti diplomatiche impegnate nel progetto - hanno una forte tradizione nel settore e laboratori di livello internazionale. Lo scopo del forum è realizzare una mappatura delle attività di ricerca tra i due Paesi per promuovere attività congiunte di ricerca".

L'Italia è leader mondiale dell'industria della ceramica con il 32% del controllo del mercato mondiale anche se il settore, negli ultimi anni, ha subito un arretramento rispetto ad altre realtà emergenti. Nel Paese si contano 180 imprese ma il numero dei forni attivi è sceso negli ultimi 4 anni da 641 a 500 unità. Dal 2000 a oggi, gli investimenti sono passati da 340 a 220 milioni e gli occupati, negli ultimi 10 anni, sono calati di 7 mila unità, diminuendo da 31mila a poco più di 23 mila. Nonostante questi dati, 8 aziende italiane figurano, per fatturato, nella top 20 delle multinazionali mondiali.