Skip to main content

Area riservata

ENERGIA: AREA TEGOLASOLARE NEL CATALOGO GSE DEGLI IMPIANTI - AGI energia

Data

26/04/2012

(AGI) - Roma, 26 apr. - Nel nuovo catalogo del Gestore dei Servizi Energetici, GSE, entra la 'tegolasolare', una tegola 'made in Italy' (Area Industrie Ceramiche, Anagni-FR) in gres porcellanato che ingloba un piccolo pannello fotovoltaico. Un prodotto che risponde a tutte le caratteristiche del quarto Conto Energia. Nel catalogo GSE compare Area Tegolasolare, "raccontata" nel dettaglio, visto che all'interno di ogni categoria sono presenti le schede per produttore del modulo fotovoltaico. Ciascuna scheda riporta le immagini, l'ubicazione e la potenza degli impianti unitamente a note relative ai criteri da utilizzare in fase di progettazione e installazione degli stessi; sono inoltre riportati i dati caratteristici dei prodotti (moduli e sistemi di montaggio, ove presenti).

Cosi' grazie a questo catalogo, ad esempio, e' piu' chiaro capire come migliorare l'indice di prestazione energetica di ogni abitazione, in linea con quanto ha stabilito il decreto rinnovabili (Dlgs 28/2011) che, combinato con la proroga dell'ecobonus del 55% per i lavori di riqualificazione energetica di edifici e appartamenti, ha rappresentato una vera svolta per il settore. Secondo l'indagine sui comportamenti eco-sostenibili realizzata da Fondazione Impresa su un campione di 600 italiani, il 25,4% degli italiani ha cercato attivamente informazioni sulla classe energetica della propria abitazione. Lo hanno fatto soprattutto gli uomini, tra i 35 e i 54 anni, diplomati e residenti nell'Italia settentrionale.

Cosa fare per migliorare subito la classe della certificazione energetica di casa? Gli interventi sono principalmente di due tipi: la riduzione degli sprechi e l'autoproduzione energetica. Il primo caso si riferisce ad interventi tendenti all'ottenimento dell'equilibrio termico, maggior causa di consumo energetico, attraverso l'isolamento di porte, finestre ma anche il tetto, le pareti e in alcuni casi i pavimenti. Il secondo caso considera invece la possibilita' di equipaggiare l'immobile con fonti alternative di approvvigionamento energetico, quali sistemi mini-eolici, impianti fotovoltaici o solare termico, geotermia. (AGI) Red